Rete 4, Suor Anna Monia Alfieri: la politica è la più alta forma di carità (ricordando Don Sturzo).

Durante la puntata di ieri 18 gennaio Suor Anna Monia Alfieri a Quarta Repubblica, trasmissione di Rete 4 condotta da Nicola Porro, è intervenuta quale ospite della serata ricordando che in una crisi politica occorre ritrovare, comunque, unità nazionale.

Unità che può saldarsi solo nella legittimazione e nell’accettazione della diversità altrui con un unico fine politico: mettere al centro della scelta sempre il cittadino e la persona umana.

Opera sensibile che, ricordando le parole di Don Luigi Sturzo, non altro rappresenta la più alta forma di carità.

Clik qui per vedere l’intervento di Suor Anna Monia Alfieri del 18 gennaio 2021

Chi è Suor Anna Monia Alfieri ?

Suor Anna Monia Alfieri, religiosa delle Marcelline, si è laureata in Giurisprudenza nel 2001, in Economia nel 2007, conseguendo anche il Diploma Superiore di Scienze Religiose.

E’ legale rappresentante dell’Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline.

Tra le voci più accreditate sui problemi dell’organizzazione dei sistemi formativi, collabora con la Divisione Enti non Profit di Altis (Alta Scuola Impresa e Società) dell’Università del Sacro Cuore di Milano, per l’organizzazione dei corsi di Alta Formazione (in management e alta dirigenza scolastica) per gli Istituti Religiosi e per la docenza negli stessi.

Dal 2016 fa parte della Consulta di Pastorale scolastica e del Consiglio Nazionale Scuola della CEI.

Numerosi sono i suoi contributi scientifici su Riviste specializzate e in volumi collettanei. Si segnalano i saggi “La buona Scuola Pubblica per tutti Statale e Paritaria” (in collaborazione con (M. C. Parola e M. Moltedo, Laterza, Bari 2010); “Il diritto di apprendere. Nuove linee di investimento per un sistema integrato” (in collaborazione con M. Grumo e M. C. Parola, Giappichelli, Torino 2015); “Lettera ai politici sulla libertà di scuola” (in collaborazione con Dario Antiseri, Rubbettino 2018).

Il richiamo di Suor Monia all’unità nazionale (pur nella diversità politica) affinché i parlamentari possano trovare punti d’incontro come “insieme”, non delegittimando la diversità e la eterogeneità del Parlamento stesso, si collega tematicamente e perfettamente allo spirito con cui Angelo Lucarella, nell’editoriale pubblicato sulla rivista L’Occidentale (prima del voto di fiducia alla Camera dei Deputati di ieri), ne ha tracciato l’essenza e lo spirito costituzionale sulla questione.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...